Iscriviti alla News Letter! per essere sempre aggiornato

sabato 29 ottobre 2011

Bufala 0141-455414 "il numero che succhia la ricarica"

0141/455414, IL NUMERO CHE VI SUCCHIA LA RICARICA!


Indagine iniziale: 1/11/2005. Ultimo aggiornamento: 27/4/2010.

English abstract (il resto è in italiano): An e-mail circulating in various languages and several countries warns of the alleged "danger" of receiving calls from the telephone number 0141-455414. According to the e-mail, if this number appears on the display of your mobile phone and you answer, you will be charged 50 euros, plus 2.5 euros per second until you hang up.

The same appeal also warns about the risk of receiving a call from your mobile operator, asking you to enter a code on your phone. According to the appeal, this is a scam to "clone your SIM card".

Both claims are false. The same hoax, citing exactly the same number, is circulating in several countries, such as Germany, France, Spain, Portugal and others. In many of these countries, this number is not assigned at all, and therefore no calls can originate from it. Moreover, the billing systems in Italy and in the other countries mentioned in the various versions of the e-mail do not allow a charge of 50 euros on reply.

The hoax has been circulating at least since 2000 and has fooled many authorities that one would expect to be more careful before forwarding any such alarm. This hoax went as far as the Italian Parliament and some departments of the Italian police.

Sources and links are provided below.


Il testo dell'appello

Con le solite variazioni tipiche degli appelli che circolano via Internet, il senso dell'appello è quello mostrato nell'esempio qui sotto.

ATTENZIONE!!!!!!!!!

SE RICEVETE UN MESSAGGIO SUL VS. CELL CHE VI PREGA DI RICHIAMARE IL NUMERO 0141-455414 OPPURE VI CHIAMANO CON VISUALIZZAZIONE DI QUESTO NUMERO NON RISPONDETE E NON RICHIAMATE PER NESSUN MOTIVO.

SE RISPONDETE ALLA SOLA RISPOSTA VI VENGONO ADDEBITATI 50 EURO piu 2,5 euro per secondo di conversazione che non sentirete perche il telefono sara muto ma continueranno a spendere i Vs. soldi. Se avete una ricaricabile la prosciugano interamente alla risposta.

Se vi chiamano spacciandosi per il Vs provider omnitel tim o wind e vi chiedono di inserire un codice per utilizzare ad esempio i programmi java oppure per ottimizzare le funzioni del Vs cellulare non fate nulla e RIAGGANCIATE IMMEDIATAMENTE VI STANNO CLONANDO LA SIM

informate il maggior numero di persone possibile


Perché è una bufala

Molto semplice: perché chiamando quel numero, come qualsiasi altro numero della rete telefonica fissa nazionale, non viene addebitato nulla di quanto indicato nell'appello. Cosa più importante, il numero risulta inesistente. Inoltre la storia dell'inserire un codice per clonare la SIM fa parte di un'altra celebre bufala, quella del codice "#09" o "#90" (come raccontato sul sito di F-secure.com), che si è evidentemente incrociata con questa.

Del numero 0141-455414 parla per esempio Gsmbox.com:

L'Unione consumatori mette in guardia anche da alcuni scherzi che girano su Internet. Una delle ultime trovate riguarda un'e-mail, nella quale si scrive di non rispondere agli SMS che invitano a chiamare il numero 0141-455414 per usufruire di un controllo gratuito dell'allacciamento, anzi avverte di non chiamare assolutamente quel numero perché sarebbe intestato a truffatori che hanno la possibilità di leggere il codice del telefonino e clonarlo. Il burlone invita poi caldamente tutti a mandare SMS ai conoscenti per scongiurarli di non rispondere e di non chiamare il 0141-455414.

Il numero, con il prefisso di Asti, è però inesistente e - come avverte l'Unione - se anche fosse attivo, non potrebbe tecnicamente leggere il codice del cellulare. E tuttavia, sorge un interrogativo: c'è qualcuno interessato a far inviare più SMS possibili?

Anche Cellularmania riporta la stessa notizia, che è di fonte Reuters ed è datata 29 ottobre 2001. Probabilmente, però, non si tratta di una burla inventata da qualche buontempone, ma della mutazione di un'altra bufala di origine straniera.


Origini

E' infatti assai probabile che l'appello si riferisse originariamente al medesimo numero telefonico, ma di un altro paese. Ho trovato infatti un allarme riguardante lo stesso numero (prefisso compreso), pubblicato nel luglio del 2001 in un forum tedesco, che ne parla come se si trattasse di un numero situato in Germania:

Wichtig! Warnung vor der Rufnummer 0141/455414 durch die Deutsche Telekom
-Liebe Kolleginnen und Kollegen,

bitte unbedingt beachten!

Zur Information an alle Inhaber von Mobiltelefonen Wenn Sie eine Nachricht auf Ihrem Handy erhalten, dass Sie unter der Nummer 0141/455414 zurückrufen sollen, antworten Sie auf keinen Fall darauf. Ihre Rechnung würde sonst ins Unermessliche steigen. Diese Information wurde von der "Zentrale zur Unterdrückung von betrügerische Machenschaften" herausgegeben.

Seit einiger Zeit haben Betrüger eine Möglichkeit gefunden, mit der sie Ihr Mobiltelefon auf betrügerische Weise nutzen können: Sie rufen auf Ihrem Handy an und geben sich als Ihr Provider aus. Sie fordern Sie dann auf, eine Geheimnummer entweder die 09 oder die 90 einzugeben, mit der Erklärung dass dies dazu dient, die richtige Funktionsweise zu überprüfen.

Auf keinen Fall diese Geheimnummer eingeben und sofort auflegen! Mit dieser Geheimzahl verfügen die Betrüger ansonsten über eine Möglichkeit, die Nummer Ihrer SIM-Karte zu lesen, mit der dann eine neue Karte erstellt werden kann.

Dieser Betrug findet im großen Maßstab statt. Es ist daher erforderlich, diese Information sehr schnell weiter zu verschicken und sie an möglichst viele Personen zu verbreiten.

Bitte an alle Handy Besitzer weiterleiten!!!

Ecco la traduzione, gentilmente fornita da Emilia Corsanego (citata col suo permesso) e rossemarlboro:

Importante! La Deutsche Telekom mette in guardia sul numero 0141/455414

Cari colleghi e colleghe,

Importante!

Informazione a tutti i proprietari di telefoni cellulari

Se ricevete un messaggio sul vostro cellulare che vi invita a chiamare il numero 0141/455414, non rispondete in alcun caso, altrimenti riceverete una bolletta astronomica. Questa informazione è stata diffusa dalla "Centrale per la repressione delle frodi".

Da qualche tempo, i truffatori hanno scoperto un modo di usare il vostro telefono cellulare a scopo di truffa: chiamano il numero del vostro cellulare spacciandosi per il vostro provider. Vi invitano a digitare un codice, 09 o 90, dicendo che serve a verificarne il corretto funzionamento.

Non digitate in alcun caso questo codice e riattaccate immediatamente! Altrimenti i truffatori avranno la possibilità di leggere il codice della vostra scheda SIM e di clonarla.

Questa truffa si sta diffondendo a macchia d'olio ed è quindi necessario inoltrare molto rapidamente questa informazione al maggior numero di persone possibile.

Speditela a tutti i possessori di un cellulare!!!

Cordiali saluti

Emilia, fra l'altro, nota che non c'è "nessun riscontro su Google sull'esistenza di questa fantomatica Centrale tranne che in un messaggio uguale all'indirizzo http://www.noldenedv.de/news/detail_news.php?nid=54."

Il sito antivirus F-secure classifica come burla (hoax) un appello analogo, riguardante lo stesso numero della rete telefonica tedesca, facendolo risalire a maggio 2000 e localizzandolo appunto in Germania. Ecco la spiegazione di F-secure in inglese (o in qualcosa che gli assomiglia):

A fake Deutsche Telekom warning message appeared in Germany in the enf of May, 2000. Here's the English translation by Hagen Bender:

Dear collueges,

the following Message of the Deutsche Telekom AG shall be forwarded to as many owners of mobile phones as possible:

If you receive a message on your mobile to call the number 0141/455414,
don't reply to it in any case. Otherwise your invoice could become hight as a montain.

This information was puplished by the "Office Central de Repression du Banditisme". Some time ago, peculators found a posibility to use your mobile in a surreptitious way. They call your mobile and pretend to be your provider. They ask you to enter a PIN-number (the 09 or 90) with the explanation, that this is needed to proove the functionallity. Do not enter this Codenumber and hang up at once! Otherwise the peculators have the possibility to read the number of your SIM-card, with which they will produce new cards.

This cheat is going on on a high level. Therefore it is necessairy to forward this information very fast and to post it to as many people as possible.

A quanto mi risulta, questo prefisso 0141 non esiste in Germania: perlomeno non è un prefisso di località, stando a T-Info.de.

Una collega cacciatrice di bufale, Paléonora, segnala la versione francese di questa bufala che risale al 2000 e fa parte della "hoaxliste" di Hoaxbuster.com: in Francia questo tipo di numero esiste, dato che "01" è il prefisso della regione di Parigi. Paléonora riferisce che Hoaxbuster aveva svolto un'indagine, e che il numero esisteva davvero ed era "quello di una società di comunicazione che è stata proprio sommersa dalle chiamate... La società aveva presentato denuncia 'contro X' (cioè contro l'autore sconosciuto della bufala) e pensava che si trattasse di una vendetta.". Questa sembra essere l'origine più probabile dell'appello.

L'appello è tuttavia circolato anche in molti altri paesi, citando sempre lo stesso numero: "webmaster" mi scrive che se ne è parlato anche in Spagna, Portogallo e Brasile e Polonia.

E' comunque al di là di ogni dubbio una bufala, e pertanto non va assolutamente diffusa.


Chi ha abboccato

Questa bufala ha mietuto non poche vittime di spicco (nel senso di "gente che si presumerebbe faccia un po' più attenzione della media prima di aprir bocca").


RTL 102.5 (2003)

Una lettrice (Sonia) mi dice che il 7/11/2003 "al radiogiornale di RTL 102.5 delle 12.00 hanno annunciato il pericolo dell'ormai famoso numero 0141-455414 fra le prime notizie! Non mi sembra abbiano ancora smentito".


PC Facile (2003)

A novembre 2003 ci è cascata anche la redazione di PC Facile, che ha però successivamente pubblicato una smentita.


Il Questore della Camera Ballaman (2003)

Il caso più clamoroso è quello segnalato da tanti lettori (i più solerti sono stati stefano.cam**s e alberto na**le): nel 2003 il Questore della Camera Edouard Ballaman ha chiesto al ministro delle Comunicazioni Gasparri di "intervenire con provvedimenti ad hoc per tutelare i consumatori" per questo addebito da 50 euro. Ecco le notizie ANSA:

Cellulari: tariffe, rischio rapine

Ballaman (lega) chiede intervento ministro Gasparri

(ANSA) - ROMA, 7 NOV - Addebito immediato di 50 euro solo rispondendo a una telefonata, clonazione della carta sim, scatti da 2,5 euro per ogni secondo di conversazione. Sono i pericoli a cui ogni possessore di cellulare rischia di andare incontro a causa della nuove 'rapine telefoniche' perpetrate ai danni dei telefonini.

La denuncia arriva da Edouard Ballaman (Lega), Questore della Camera, che ha chiesto al ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri di intervenire con provvedimenti ad hoc per tutelare i consumatori.


TLC: RISCHIO RAPINE TELEFONICHE, A RISPOSTA ADDEBITO 50 EURO
2003-11-07 05:15 (New York)

R ECO BLG XQKS

TLC: RISCHIO RAPINE TELEFONICHE, A RISPOSTA ADDEBITO 50 EURO

(ANSA) - ROMA, 7 NOV - Addebito immediato di 50 euro solo rispondendo a una telefonata, clonazione della carta sim, scatti da 2,5 euro per ogni secondo di conversazione. Sono i pericoli a cui ogni possessore di cellulare rischia di andare incontro a causa della nuove ''rapine telefoniche'' perpetrate ai danni dei telefonini. La denuncia arriva da Edouard Ballaman, parlamentare della Lega e Questore della Camera, che ha chiesto al ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri di intervenire con provvedimenti ad hoc per tutelare i consumatori.

Le truffe vengono attuate con diverse modalita': al cellulare, spiega Ballaman, puo' arrivare un sms con un invito a chiamare il numero 0141-455414 o direttamente una chiamata dallo stesso numero. Sia in caso di chiamata che di risposta ''vengono addebitati 50 euro alla risposta e 2,5 euro per ogni secondo di conversazione''. Ma altre ''rapine'' avvengono anche attraverso telefonate di persone che, spacciandosi per provider Tim, Omnitel o Wind, invitano a inserire un codice nel cellulare per ottimizzarne le funzioni. ''In caso di esecuzione di tale procedura - denuncia ancora il deputato - il risultato e' la clonazione della carta Sim''.

Ballaman chiede quindi a Gasparri di prendere provvedimenti ''per individuare e far cessare queste truffe'' e di attuare, ''vista anche la giovane eta' di molti utenti di telefoni cellulari, opportune campagne informative per poter prevenire in futuro nuovi casi simili''. (ANSA).

In altre parole, purtroppo Ballaman ha riportato pari pari il testo della bufala che circola in Rete, senza alcun controllo preliminare prima di presentarla all'attenzione del ministro. Una rapida verifica avrebbe permesso di evitare di disturbare un sacco di gente che ha (o dovrebbe avere) altre cose forse più importanti a cui badare.


L'Associazione Poliziotti Italiani (2007)

Miriam mi segnala che intorno a luglio 2006 l'Associazione Poliziotti Italiani ha pubblicato l'allarme. A ottobre 2007 l'allarme è stato integrato con una breve smentita che linka la mia indagine antibufala.


Rai Radiodue con Grazie per averci scelto (2007)

Daniela mi segnala questo episodio:

...mia sorella Monica mi ha chiamata qualche ora fa dicendomi che su Radio2, al programma Grazie per averci scelto (va in onda alle 10.00), stamattina hanno parlato di una truffa telefonica: si viene chiamati da un numero, che mia sorella ha identificato con il +39041 e qualcos'altro (stava guidando quando sentiva la radio, sicché non ha potuto prendere nota), e la sola risposta costa 50 euro, più un tot di euro per ogni secondo che si sta in linea. La prova che fosse tutto vero? Mia sorella medesima è stata chiamata da un misterioso +39041 per ben due volte questo pomeriggio, ma, naturalmente, se ne è guardata dal rispondere. E, bada bene, non è veneta!


Il settimanale Oggi (2007)

In un messaggio datato 15/11/2007, Daniele mi ha avvisato che "ci è cascato anche il settimanale Oggi a pag. 153. credo sia il numero di questa settimana...". Al momento non ho modo di avere un riscontro e ho chiesto (giusto per scrupolo) una scansione della notizia per verificare il modo in cui Oggi l'avrebbe presentata.


Varianti

Come spesso accade, anche questo appello ha subito varie mutazioni man mano che passava di mano.


Prima variante: www.finanza.it

A gennaio 2004 l'appello si è arricchito di una "firma", quella di www.finanza.it, in calce al messaggio. Il sito Finanza.it non c'entra nulla con la Guardia di Finanza, come si potrebbe pensare, ma è un sito dedicato alle informazioni finanziarie. In ogni caso, Finanza.it non conferma né convalida in alcun modo l'appello e non è chiaro come il suo nome sia finito nel messaggio. Può darsi che l'abbia aggiunto qualche buontempone per conferire maggiore credibilità alla bufala.

Un lettore (angelo frasca****) ha contattato Finanza.it in proposito e ne ha ricevuto una laconicissima risposta: "non ne sappiamo nulla".


Seconda variante: il fax (autentico) della Polizia Postale

A metà gennaio 2004 l'appello si è arricchito di un allegato, costituto da quella che sembra essere la scansione di un fax inviato dalla Polizia Postale di Torino al Comando della Polizia Municipale di Grugliasco (Torino); lo vedete qui accanto (ho rimosso alcune informazioni su richiesta degli interessati).

Il fax "trascrive quanto pervenuto dall'Ufficio Prevenzione Generale Compartimento Polizia Postale di Roma", ossia il solito allarme riguardante il numero 0141-455414, con una mutazione: ora ogni secondo di conversazione costerebbe ben venti euro anziché 2,5.

Fra l'altro, nelle proprietà del file (che circola come immagine inserita in un documento Word) si trovano spesso i dati di "piero e caterina" e la data del 15 gennaio 2004. In una versione ho trovato un rimando al Gruppo Unicredito.

Stando ai dati disponibili sul Web, il numero di telefono (011/3014611) e l'indirizzo postale (Corso Tazzoli 235, Torino) riportati a fine pagina corrispondono effettivamente a quelli del compartimento di Torino della Polizia delle Comunicazioni, al quale ho inviato il 27/1/2004 un e-mail (poltel.torino chiocciola mininterno.it) chiedendo chiarimenti a proposito del fax.

Il 16 dicembre 2004 ho ricevuto un e-mail dal Compartimento Polizia Postale di Torino che ha confermato che "si tratta di un'informazione non vera", anche se "sia i numeri dei nostri uffici che il nome dell'Ispettore di Polizia risultano veritieri". Su richiesta del Compartimento, ho oscurato firma e timbro nell'immagine del fax riportata qui sopra.

Il fax è stato preso per buono dal Comune di Grugliasco, che lo riporta pari pari nelle sue notizie del 15 gennaio 2004. Ringrazio "costabile" per la segnalazione.

Un lettore (Roberto.bere****) segnala inoltre che a sua moglie è pervenuta (presumo come allegato a un e-mail) "una versione cartacea della bufala, su carta impropriamente intestata POLIZIA DI STATO, Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Piemonte e Valle d'aosta - SEZIONE OPERATIVA. Squadra Controlli e Vigilanza Esterna". La comunicazione, dice il lettore, "sembra essere indirizzata alla Polizia Municipale di Pianezza (TO)". Si direbbe insomma che il passaparola si sia davvero scatenato, oppure che c'è un falsario intraprendente all'opera.


Terza variante: il fax/PDF della Federconsumatori

A metà giugno 2006 l'appello si è trasformato in un allegato, in formato Word o PDF o fax, che sembra essere redatto sulla carta intestata della Federconsumatori di Parma. Il testo è praticamente identico alle versioni precedenti (lo trovate trascritto qui) e circola come se fosse fresco di stampa nonostante contenga un riferimento a Omnitel, operatore cellulare italiano ormai da tempo ribattezzatosi Vodafone.

Il numero dell'associazione indicato nell'appello è autentico, ma non ha risposto ai miei ripetuti tentativi di contattarlo. A ottobre 2007 la Federconsumatori ha pubblicato una laconica smentita: "Circola sia su internet, sia nelle strade, un volantino promosso da qualcuno che si spaccia per la Federconsumatori: E' TOTALMENTE UNA BUFALA!!!" (ringrazio nuer.uto per la segnalazione).

Un lettore, danilo.t, nota che l'indirizzo di e-mail indicato in questo volantino è federconsumatori chiocciola libero.it. Può sembrare sospetto che la Federconsumatori utilizzi una casella di posta sotto Libero.it invece di usarne una sotto il proprio nome di dominio: lo avevo scritto inizialmente, anche perché a novembre 2007 l'avevo contattato (dopo averlo validato con Yellowpipe) senza ottenerne risposta. Indagini successive di un lettore (daki77) indicano che l'indirizzo p usato dalla sezione di Parma della Federconsumatori.


2010/04/23

Sta circolando una nuova versione dell'appello, sotto forma di immagine del foglio della Federconsumatori timbrato apparentemente dalla Procura della Repubblica a Napoli. I dettagli sono in questo supplemento d'indagine.

mercoledì 14 settembre 2011

Reset drum samsung clx-3175 tech mode

 webforumpro Salve per avere chiedere le procedure di reset vi chiedo di inserirle nel forum, cliccando sul link sopra!

Questa procedura consente di poter utilizzare l' image unit anche più di una volta , in quanto le stampanti samsung hanno all' interno un conta pagine che in automatico blocca il drum anche se ancora buono perche non contano il reale utilizzo cioè in molti casi le pagine sono stampante al 20-30% ma solo la quantità.
Ecco la procedura:

premere in rapida successione i tasti: Menu-Copy ID-LEFT-RIGHT-MENU-BACK.Vi comparirà la scritta tech menu premete okvi chiederà una password con le freccette inserite alla PRIMA CIFRA1 LA SECONDA 9 LA TERZA 3 LA QUARTA 4 QUINDI 1934 PREMETE OK POI RESET DRUM- TONER ECC..E DI NUOVO MENU' adesso la vostra stampante sarà sbloccata e non vi comparira più la scritta REPLACE IMAGE UNIT O TONER ECC....

N.B. SICCOME HO RICEVUTO MOLTISSIME RICHIESTE PER ALTRI MODELLI DI  STAMPANTI, SICCOME HO MOLTISSIME PROCEDURE DI RESET CHE PER QUESTIONI DI TEMPO NON PUBBLICO, VI PREGO DI CHIEDERE SUL MIO SITO WWW.LTCOMPUTER.IT  NELLA SEZIONE FORUM- DISCUSSIONI INSERITE IL MODELLO DELLA STAMPANTE E VI RISPONDERO' IN BREVISSIMO TEMPO.
GRAZIE

mercoledì 25 maggio 2011

Cervelli ! tutti uguali?

Hanno scoperto un difetto standard del nostro cervello!

Questi test sono geniali, falli senza usare carta, non c'è bisogno di scrivere o annotare niente, segui solo le istruzioni che via via vengono date!


TEST n° 1

È stato scoperto che il nostro cervello ha un BUG.
Segue un piccolo esercizio di calcolo mentale!!!
Questo calcolo deve essere fatto MENTALMENTE e RAPIDAMENTE, senza usare calcolatrice o carta e penna!
Sii onesto ... fai i calcoli mentalmente..





Hai 1000, aggiungi 40.














Aggiungi ancora 1000.













Aggiungi 30











e di nuovo 1000















Aggiungi 20.













Aggiungi ancora 1000 e poi













10.





Qual è il totale?









La risposta sta più in basso




Il tuo risultato È 5000..

































La risposta esatta è 4100!!!!!!!!!!

Se non ci credi ripeti i calcoli con la calcolatrice!

Ciò che accade è che la sequenza decimale confonde il nostro cervello, che salta naturalmente al decimale più alto (centinaia anziché decine).





TEST n° 2

Rapido e impressionante:
Conta quante lettere 'F' ci sono nel testo seguente senza usare il mouse.


FINISHED FILES ARE THE
RESULT OF YEARS OF SCIENTIFIC
STUDY COMBINED WITH
THE EXPERIENCE OF YEARS


Hai contato?

Leggi di sotto solo dopo aver contato le 'F'. OK?


Quante sono???

3???

Forse 4???


Sbagliato! Sono 6!!!


Torna sopra e leggi ancora una volta!
La spiegazione sta di seguito:
il cervello non riesce a processare la parola 'OF'.
Da matti, no?
Chi conta tutte le 'F' la prima volta è un GENIO!

3 è normale, 4 è raro, 5 ancora più raro, 6 quasi nessuno!





TEST n° 3

Sono diverso? Fai il test!
Qualche volta vi siete già chiesti se siamo proprio diversi o se pensiamo la stessa cosa?

Fai questo esercizio di riflessione e troverai la risposta!

Segui le istruzioni e rispondi alle domande, una per volta, MENTALMENTE e il più rapidamente possibile, ma non andare avanti senza aver risposto alla precedente. E sorprenditi con la risposta!!!

Adesso rispondi, una per volta:

Quanto fa:


15+6


3+56


89+2






12+53


75+26


25+52


63+32


Si, i calcoli mentali sono difficili, ma adessso viene il bello. Sii persistente e prosegui.


123+5


Adesso:

PENSA SUBITO AD UN ATTREZZO E AD UN COLORE!

Continua ancora a pensare ad un attrezzo ed un colore.... pensa intensamente




























Hai pensato ad un martello rosso, non è vero?

Se no, fai parte del 2% della popolazione che è sufficientemente differente per pensare ad altre cose.

Il 98% della popolazione risponde 'martello rosso' quando sta risolvendo questo esercizio.
Qualunque sia la spiegazione di ciò, manda questa e-mail ai tuoi amici per vedere se loro sono normali o meno!

domenica 17 aprile 2011

guadagnare da internet

Vi consiglio di leggere l'articolo http://www.sitoseo.com/2017/06/creare-un-blog-gratis-e-guadagnare-on.html

Oggi ti confesso che avevo in mente di trattare in questo post un argomento completamente diverso da quello che leggerai nelle prossime righe, però  mi è capitata una cosa simpatica che mi ha fatto cambiare idea: infatti quando sono tornato a casa ho notato che nella cassetta delle lettere c’era una busta, l’ho presa e l’ho portata in casa.
L’intestazione sulla busta diceva "Nielsen online"Questo mi ha fatto tornare in mente che qualche mese fa mi ero iscritto ad un progetto promosso proprio da questa società.
In cosa consiste questo progetto?
Bisogna semplicemente registrarsi al sito e scaricare ed istallare un programma di pochi kb sul proprio pc.
Questo software si avvia automaticamente all’avvio del pc e mentre navighi in internet trasmette alla società Nielsen delle informazioni sui siti che stai visitando. Tutto questo frutta 5 euro ogni tre mesi di adesione al progetto.
Sinceramente non amo molto programmi tipo pay per click, sondaggi o robe simili perchè penso che il tempo sprecato per cliccare i banner possa essere sfruttato in 1000 modi migliori e più remunerativi, però queso programma di Nielsen online mi attirava: in fondo anche se i soldi erano veramente pochi non c’era da fare nulla o quasi. Così mi sono iscritto, ho scaricato ed istallato il programma e poi basta. Mi sono dimenticato dell’iscrizione, almeno fino ad oggi: apro la busta e trovo una lettera in cui mi ringraziano per l’adesione al programma, poi guardo meglio dentro e indovinate cosa trovo? una bella banconota da 10 euro. Niente assegni o robe simili, proprio una banconota da 10 euro! Lo so che 10 euro non ti cambiano la vita, ma se arrivano così inaspettati ti fanno felice, almeno per 2 motivi:
1) 10 euro sono sempre 10 euro e non si buttano mai via
2) il programma nielse online funziona e ti permette di guadagnare senza fare assolutamente niente.
Quindi in definitiva io ti consiglierei di aderire, è semplice e veloce. Il guadagno non sarà stratosferico, ma 10 euro ogni tanto senza fare niente io me li prendo volentieri.
Ricapitolando, ecco cosa fare per aderire al programma Nielsen on line:
- iscrivi al programma Nielsen e, una volta ottenute login e password accedi alla tua area privata
- scarica il software di monitoraggio e istallalo sul tuo pc
- aspetta che ti arrivi a casa la busta con i soldi.
Nel complesso valuto positivamente questo metodo di guadagno che, anche se non permette grandi introiti, non richiede nè tempo nè fatica.

giovedì 10 marzo 2011

SI PUO' GUADAGNARE REALMENTE CON INTERNET?




Vi consiglio di leggere l'articolo http://www.sitoseo.com/2017/06/creare-un-blog-gratis-e-guadagnare-on.html

Oggi circolano migliaia di voci sulla possibilità di crearsi un'attività su internet, ma il problema è realmente si può guadagnare?

Beh diciamo che sicuramente si può guadagnare ma per farlo bisogna conoscere alcuni aspetti importanti,
una volta creato un sito, un blog, un forum ecc.. come si fà a farlo conoscere in modo da avere una presenza costante e in aumento di persone che vengono a visitarlo?


la prima cosa nel caso di un infoprodotto è avere un ottima conoscenza acquisita con corsi o esperienza di anni in un determinato settore
ed avere la certezza che quel prodotto da noi creato dopo tantissimi sforzi sia realmene utile alle persone che le vengono ad acquistare in modo che ci sia un buon passaparola, la persona che con i nostri infoprodotti avrà un ottimi riscontri on line dopo diventerà magari un nostro collaboratore, ma poco prima di questo per far si che le persone acquistino da noi bisogna con interventi su blog e forum dimostrare che noi siamo i migliori in quel campo. Anche la pubblicità aiuta ma la cosa importante e dimostrare che noi realmente possiamo migliorare la vita delle persone che seguiranno i nostri prodotti.

La possibilità è Reale si può guadagnare moltissimi soldi  20.000-30.000€ al mese è piu' molto di piu' ma bisogna crederci realmente.E poi oltre hai guadagni la comodità di lavorare su internet è unica, in qualsiasi posto si voglia vivere al mare, sulla spiaggia, in montagna, una casalinga che vuole guadagnare ma a dei figli e non può trovarsi un lavoro che la tenga lontana da casa, a qualsiasi ora giorno,notte, basta avere un computer e una connessione ad internet programmarsi quante ore ore al giorno ci si vuole dedicare a quest'attività e il gioco e fatto.

lunedì 28 febbraio 2011

Che cos'è Wordpress?


WordPress è una piattaforma di "personal publishing" e content management system (CMS), scritta in PHP e che usa come databaseMySQL, che consente la creazione di un blog personale. Creata da Matt Mullenweg, è distribuita con la licenza GNU General Public License.
Ogni versione del programma è dedicata ad un musicista jazz.
WordPress supporta un solo blog per installazione, ma ne esiste anche una versione multi-utente, WordPress MU, anch'essa distribuita con la stessa licenza. Dalla versione 3.0 WordPress MU non esiste più e tutte le funzionalità sono state inglobate in WordPress nellamodalità Network.

Caratteristiche [modifica]

Interfaccia di amministrazione di WordPress, versione 2.8
  • Estensione delle funzionalità tramite plugin[1];
  • Disponibilità di migliaia di temi gratuiti[2] per personalizzare l'aspetto del blog;
  • Gestione delle pagine a template;
  • URL permanenti che aiutano l'ottimizzazione nei motori di ricerca;
  • Gestione delle categorie;
  • Funzioni di Trackback e Pingback;
  • Editor WYSIWYG per la formattazione dei testi;
  • Creazione di pagine statiche;
  • Supporto multi-autori;
  • Log degli utenti che visitano il blog;
  • Blocco di utenti in base all'indirizzo ip;
  • Possibilità di specificare meta-tag;
  • Dalla versione 2.7 è presente un sistema di aggiornamento automatico.

Storia [modifica]

Il nome Wordpress fu suggerito da Christine Selleck, ma le varie versioni furono chiamate con nomi legati al jazz: per esempio la versione 1.5 fu chiamata in codice Strayhorn da Billy Strayhorn, e la 2.1 Ella, da Ella Fitzgerald. Finora soltanto la versione 2.0.5 ha interrotto questa tradizione in onore della nascita del figlio di uno degli sviluppatori, il nome del quale è appunto Ronan.

Multi-blogging [modifica]

Wordpress permette di creare un blog per ogni installazione, anche se diverse installazioni possono convivere sullo stesso server e sullo stesso dominio, in directory e database separati. Wordpress Multi-User o Wordpress MU è la piattaforma multi-blogging derivata da Wordpress. Consente infatti di gestire con una sola installazione un network di blog, amministrati tutti tramite un unico pannello. Nonostante non sia supportato dal core di Wordpress è possibile avere anche più installazioni di Wordpress che condividono gli stessi utenti e lo stesso database con un' unica autenticazione. Dalla Versione 3.0 le versioni di wordpress e wordpress MU vengono integrate in quanto tramite la modifica del file wp-config.php è possibile attivare la modalità network nella propria installazione di Wordpress.

Note [modifica]

  1. WordPress 3 Virtual Appliance su susegallery.com
  2. WordPress 3 Virtual Appliance su musarra.wordpress.com
  1. ^ Plugin directory su wordpress.org
  2. ^ Free Themes Directory su wordpress.org

Voci correlate [modifica]

  • BBpress piattaforma per forum
  • BuddyPress serie di plugin per trasformare un'installazione di WordPress MU in un social network
  • Wordpress.com Servizio per la creazione di Blog basato su Wordpress MU

domenica 27 febbraio 2011

Joomla e posizionamento

Una buona pratica per ogni ottimizzazione per i motori di ricerca include la demarcazione dei titoli (contenenti parole chiave) delle pagine: vediamo come metterli in risalto in Joomla!.
Il tag H1

Il tag HTML H1 è spesso associato al titolo della pagina: non il titolo che troviamo in alto nel nostro browser (quello è il titolo HTML) bensì il titolo "visibile" nella pagina web del nostro sito, ovvero, normalmente, il titolo di un articolo, una fotogallery e così via.

Esso viene definito in questo modo:

<h1>Nostro titolo</h1>


e serve a dare maggiore enfasi ad una porzione di testo. Con gli anni ha però acquisito sempre maggiore importanza nei confronti dei motori di ricerca, per cui possiamo sfruttare questo TAG per migliorare la presentazione dei contenuti di Joomla!, che di per sè non presenta l'implementazione dell'H1.

A cosa ci serve l'H1?

L'H1, come detto, è un elemento che contraddistingue le porzioni di testo più importanti: nella tipografia HTML gli "H" stanno ad indicare degli evidenziatori seguiti da un numero che indica la priorità del testo che racchiudono, partendo da H1 per finire ad H6, che indica parte di testo dei titoli poco importanti.

Per esempio, se dovessimo scrivere una pagina HTML di recensione di un film, probabilmente la inizieremmo così:

Watchmen

di Zack Snyder


col titolo in H1 e il sottotitolo in H4, per rispettare l'enfasi e l'importanza del testo che scriviamo.

In questi anni l'H1 ha perciò guadagnato grande importanza verso i motori di ricerca, divenendo il body-tag HTML di maggior peso per quanto riguarda il posizionamento delle pagine (escludendo il contenuto della pagina che non fa riferimento ad un tag specifico).

Joomla! e l'H1

L'H1 è forse uno dei problemi maggiore per Joomla!, che vede ancora pochi template utilizzare questo tag per contraddistinguere i titoli degli articoli.

Recentemente molti distributori di template hanno invertito questo trend, per rendere Joomla! ancora più appetibile verso i motori di ricerca.

Oggi vedremo come applicare "da noi", in nemmeno 1 minuto, il tag H1 ai titoli degli articoli, rendendo il nostro CMS maggiormente gradevole ai motori come Google.

Override per applicare l'H1


Per applicare i tag H1 ai titoli delle pagine (ora vedremo, nella fattispecie, i titoli degli articoli, che sono quelli che ci interessano di più, essendo pagine descrittive e non funzionali per l'utente, come potrebbe essere un sistema di booking on-line) dobbiamo copiare il file:

components/com_content/views/article/tmpl/default.php

nella cartella, che andiamo a creare (mio_template è la cartella del nostro template) :

templates/mio_template/html/com_content/article/

andando infine a sostituire, in questo file, la riga 15 con

<td class="contentheading<?php echo $this->params->get( 'pageclass_sfx' ); ?>" width="100%">
<h1 class="contentheading<?php echo $this->params->get( 'pageclass_sfx' ); ?>" >


e la riga 22 con

</h1></td>


ed il gioco è fatto!

Conseguenze?

Probabilmente vedrete che il titolo degli articoli si sarà un pò sballato (probabilmente ingrossato) se ciò succedesse dovrete semplicemente andare ad agire sul CSS del template per ridurre l'H1 dei titoli, usando la sintassi:

h1.contentheading { ...
...
...
}

Come creare parole chiavi efficaci

Questi dono i passi principali del PER AVER UN BUON POSIZIONAMENTO SUI MOTORI DI RICERCA Se state cominciando con l’ottimizzazione del vostro sito
di seguito ho fatto una selezione di ciò che penso siano i migliori strumenti di ricerca di parole chiavi disponibili sulla rete:
1. Keyword Discovery – Keyword Discovery compila statistiche di ricerca dei più importanti motori di ricerca di tutto il mondo, creando cosi’ un dei più potenti strumenti di ricerca per le parole chiave.
2. Wordze - Wordze comprende oltre dodici strumenti progettati per aiutarvi in ogni aspetto del search marketing.
3. KeywordTumbler - KeywordTumbler consente di generare diverse combinazioni di frasi chiave esistenti e creare un elenco di grandi dimensioni di parole chiave in pochi secondi.
4. WordTracker - Wordtracker è uno dei migliori strumenti SEO su internet. Vi permette di scegliere le parole chiave di marketing, che aiuteranno il vostro posizionamento nei motori di ricerca.
5. Google Keyword Suggestion Tool - E ‘un ottimo strumento gratuito che vi permette di scoprire in che modo una determinata parola chiave è competitiva. Una volta digitato un termine chiave di ricerca è possibile ottenere un elenco completo di parole chiavi principali e scegliere quelle che pensate siano giuste per i vostri articoli.
6. Seo Digger - Seo Digger è un ottimo strumento per analizzare i siti concorrenti, e per il SEO, perché permette di tenere traccia delle parole chiave di ogni sito molto rapidamente. Ricordate che il traffico e il posizionamento è meglio del PageRank!
7. Keyword Spy - Vi mostra quali termini le persone stanno in realtà cercando

domenica 20 febbraio 2011

Per essere trovati dai motori di ricerca bisogna creare manualmente una sitemap con estensione XML utilizzando uno script PHP

La sitemap è la mappa del sito contenente la lista delle pagine e delle cartelle contenute all’interno del sito.
Essa è importantissima per Google, infatti aiuta certamente l’indicizzazione di buona parte delle pagine segnalate.
In questa guida ti mostrerò come generare una sitemap con estensione .xml utilizzando uno script in PHP, questo script preleverà tutti i files di un intero dominio e le stamperà nel file .xml.

PASSO 1 – Copia lo script

Per prima cosa devi copiare il seguente codice ed inserirlo in una pagina con estensione .php (es: crea-sitemap.php) :

<!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Strict//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-strict.dtd">
 
<head>
  <meta http-equiv="Content-Type" content="text/html; charset=iso-8859-1" />
  <title>Sitemap</title>
</head>
<body>
<h1>Generatore di Sitemap con estensione .xml</h1>
<p>
<?php 
// GESTISCE GLI URL DELLE DIRECTORY - NON MODIFICARE
$dir = "./";
 
// MODIFICA LA VARIABILE dominio INSERENDO IL TUO DOMINIO
$dominio = "http://www.NOMESITO.it";
 
// NOME DEL FILE CHE SARÀ AGGIORNATO. LA PRIMA VOLTA CREA UN FILE DI TESTO VUOTO E SALVALO COME NOME "NOMEFILE".XML 
$filexml = "sitemap.xml";
 
// I TIPI DI FILE CHE VUOI INCLUDERE NELLA GOOGLE SITEMAP
$type = array ( "htm" , "html" , "php" );
 
// DICHIARAZIONE DELLA FREQUENZA DI AGGIORNAMENTO: never, hourly, daily, weekly, monthly, yearly, always
$changefreq = "weekly";
 
// Dichiari la priorità da 0.1 a 1.0
$priority = "0.5";
 
// FINE EDIT AREA
 
// NON MODIFICARE DA QUI IN POI
echo "Document Root: ".$_SERVER['DOCUMENT_ROOT']."<br/>";
echo "Current Dir: ".str_replace("\\", "/" ,getcwd())."<br/>";
echo "Differenza: ".str_replace($_SERVER['DOCUMENT_ROOT'],"",str_replace("\\", "/" ,getcwd()))."<br/>";
$subdir = str_replace($_SERVER['DOCUMENT_ROOT'],"",str_replace("\\", "/" ,getcwd()));
/*
$header = "<?xml version=\"1.0\" encoding=\"UTF-8\" ?>\n<urlset xmlns=\"http://www.google.com/schemas/sitemap/0.84\" xmlns:xsi=\"http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance\" xsi:schemaLocation=\"http://www.google.com/schemas/sitemap/0.84 http://www.google.com/schemas/sitemap/0.84/sitemap.xsd\">";
*/
$header = "<?xml version=\"1.0\" encoding=\"UTF-8\"?>\n<urlset xmlns=\"http://www.google.com/schemas/sitemap/0.84\">\n";
 
$footer = "</urlset>\n";
 
 
function read_recursiv( $path ) {
  $result = array();
  $handle = opendir ( $path );
  if($handle) {
    while(false!==($file=readdir($handle))) {
      if ($file!="." && $file!="..") {
        $name = $path."/".$file;
        if(is_dir($name)) {
          $ar = read_recursiv ( $name );
          foreach($ar as $value) {
            $result[] = $value;
          }
        } else {
          $result[] = $name;
        }
      }
    }
  }
  closedir($handle);
  return $result;
}
 
 
$data = read_recursiv ( $dir );
$sitemap = fopen($filexml, "w");
fwrite($sitemap, $header);
foreach($data as $value) {
  $value = str_replace($dir, "", $value);
  $temp2 = strtolower(substr($value, strlen($value)-2, strlen($value)));
  $temp3 = strtolower(substr($value, strlen($value)-3, strlen($value)));
  $temp4 = strtolower(substr($value, strlen($value)-4, strlen($value)));
  if((in_array($temp2, $type)) || (in_array($temp3, $type)) || (in_array($temp4, $type))) {
    fwrite ( $sitemap , "<url>\n<loc>".$dominio.$value."</loc>\n<lastmod>".date("Y-m-d", filemtime($_SERVER['DOCUMENT_ROOT'].$subdir.$value))."</lastmod>\n<changefreq>".$changefreq."</changefreq>\n<priority>".$priority."</priority>\n</url>\n" );
 echo $dominio.$value."<br/>"; 
  }
}
fwrite ( $sitemap , $footer );
fclose ( $sitemap );
echo "<br/>Google Sitemap creata con successo";
?></p>
</body>
</html>

Devi modificare:
  • $dominio = “http://www.NOMESITO.it”; inserisci l’url del tuo sito
  • $type = array ( “htm” , “html” , “php” ); Indica le estensioni dei file che vuoi includere nella sitemap

PASSO 2 – Crea il file sitemap.xml

Nel tuo dominio, crea un file con nome ed estensione “sitemap.xml”. Questo file deve essere completamente vuoto.

PASSO 3 – Genera la sitemap

Dopo aver creato i files crea-sitemap.php e sitemap.xml, in entrambi i files troverai la lista dei files del tuo sito.
googlerank.com